Noi de La Rocca: passioni e talenti

Federico ha avuto il suo primo incidente a 16 anni e il secondo quando ne aveva 42. «Bè ne ho ancora 42» sottolinea Federico, «ma ancora per poco perché il 23 Febbraio è il mio compleanno». Bè noi non mancheremo nel farti gli auguri caro Fede!

Federico ha affrontato il coma e ben due volte il percorso riabilitativo: la riabilitazione fisica e psicologica dopo il primo incidente in moto e ancora dopo il secondo in auto. Proprio le auto restano una delle sue passioni: «Le macchine mi piacciono tutte. Ciascuna macchina ha un proprio stile e una propria epoca».foto brain gruppo fisioteraoia

Un altro interesse di Federico è lo studio. Dopo il primo incidente Federico ha dovuto lasciare la scuola di ragioneria.

«Dopo tre anni di percorso riabilitativo ho fatto altri due anni di scuola: è stata dura. Ma mi piace studiare, io studio per conto mio, studio per me». Continua a leggere

Un passo verso la consapevolezza: la storia di Gianfranco

Ben ritrovati cari amici di Brain. Eccoci pronti anche quest’anno per partire con nuovi progetti, nuove iniziative ma soprattutto con nuovi percorsi riabilitativi per le vittime di trauma cranico e le loro famiglie.

Abbiamo ripreso le nostre attività con nuovi ospiti alla casa famiglia La Rocca e un nuovo ciclo terapeutico progettato con la nostra equipe multidisciplinare di specialisti. Il percorso di riabilitazione – fisica e motoria, psicologica, neuropsicologica,

Musicoterapia al S. Felicerelazionale e sociale – unisce  alla fisioterapia, laboratori creativi, musicoterapia, brevi corsi di cucina e un percorso sul tema della consapevolezza.

Consapevolezza per adattarsi a una situazione nuova: cosa mi è successo? Quali sono le mie difficoltà a seguito del trauma cranico? Come posso superarle? Continua a leggere

Raccolta tappi di sughero per la casa famiglia La Rocca

tappi.scritta

Parte la nuova campagna per far conoscere la realtà del trauma cranico e delle lesioni cerebrali nel territorio di Vicenza e per raccogliere sostegno per la Rocca, la nostra casa famiglia di Altavilla Vicentina.

“Stappa per Brain” è un progetto che mette assieme tante facce della solidarietà attraverso il semplice gesto di raccogliere tappi di sughero a favore di Brain.

Continua a leggere

Cos’è successo in questi 365 giorni alla Rocca?

5f2203f7-087a-4686-a6f2-2bd34183cfe6

Abbiamo imparato come usare al meglio gli spazi che grazie a voi sono così belli e fruibili. Sono pieni di vita, di amicizia, di progressi importanti.

Abbiamo capito come dare il massimo del servizio riabilitativo ad ogni ospite, con in testa tre pensieri fissi: personalizzazione, lavoro di équipe, coinvolgimento della famiglia. Di qui quest’anno sono passate 50 persone con gravi lesioni cerebrali, ognuno con una storia, un percorso, un nuovo progetto di vita. Continua a leggere

#BrainCollage: Enrico

 

La rubrica BrainCollage torna a raccontare le storie di chi fa parte di Brain. Quest’oggi scriveremo delle vicende di Enrico che è stato costretto, a causa di tragici eventi, a cambiare vita…una seconda volta.

scritta BrainCollage

Continua a leggere