Le 3R della Vacanza Brain: Relax, Ritmo e R…

Erano una trentina: ragazzi e ragazze utenti del Brain, operatori e volontari. Sono partiti a bordo di una nave da crociera alla scoperta delle Baleari: Savona, Barcellona, Ibiza, Palma de Maiorca, Palermo, Napoli. Una vacanza pensata e organizzata per le persone vittima di trauma cranico, nel rispetto delle loro esigenze, dei loro tempi, dei loro interessi. Per una settimana riabilitativa divertente e rilassante. Il risultato? Ve lo raccontiamo:

Anna, volontaria. È la seconda vacanza con il Brain. È partita senza aspettarsi niente, solo con il timore di avere qualche difficoltà. Ma Anna è una donna che si mette alla prova, raccoglie le sfide e si butta, ci prova. Continua a leggere

STAPPA E RISTAPPA PER BRAIN: DAI UNO, DAI DUE, DAI TRE… QUATTRO QUITALI DI TAPPI RACCOLTI!

È iniziata circa un anno fa. Il ristoratore Nino Baggio, di Asolo ha organizzato e dedicato al Brain Onlus una cena speciale. Proprio in quell’occasione è nata una proposta, una sfida, un’opportunità: raccogliere tappi di sughero per trasformarli in un obiettivo specifico: completare la casa famiglia La Rocca costruendo la sala polifunzionale per i nostri utenti.

Patrizia tappi_giungo2016Ad un anno dal lancio “Stappa per Brain” è diventata virale, permettendoci di raccogliere oltre 4 quintali di tappi. Siamo consapevoli di averne ancora molti da raccogliere, ma con l’impegno dei tanti sostenitori, dei nostri utenti, delle loro famiglie e al passaparola la tonnellata si avvicina sempre di più. Continua a leggere

Aiutaci a distribuire il giornalino “Brainews : storie di persone coraggiose”

brain traumi cranici giornalinoBrainews è il giornalino cartaceo in cui ogni 3 mesi diamo voce a chi fa parte della nostra associazione, che è come una grande “famiglia”: gli operatori, i volontari, i sostenitori e soprattutto… i nostri ragazzi! Uomini e donne, giovani e adulti, che affrontano di petto e con coraggio il proprio percorso di riabilitazione dopo una grave lesione cerebrale, in particolare dopo un grave trauma cranico.

Con 1 o 2 ore del tuo tempo ogni 3 mesi puoi aiutarci a far sentire la voce di queste persone coraggiose! Continua a leggere

Con la testa e con il cuore. La Presidente Edda Sgarabottolo si racconta… e ci racconta il Brain

                               I genitori e le vittime di trauma cranico, conclusa la riabilitazione,                                                     hanno bisogno di supporto. Non sanno dove andare.                                                          Così è nato il Brain, come associazione di familiari per dare risposta ai bisogni delle famiglie.

Edda Sgarabottolo, Presidente e Fondatrice dell’Associazione Brain onlus

La Presidente Edda Sgarabottolo, di origini eddapadovane, arriva a Vicenza nel 1986.

Dopo un lungo percorso di formazione nazionale e internazionale dà vita all’Associazione Brain Onlus, per vittime di trauma cranico e gravi cerebrolesioni acquisite.

Perché il trauma cranico?

Il trauma cranico è una patologia relativamente recente. Nei primi anni ‘90, quando la medicina d’urgenza ha iniziato a salvare più vite, ci siamo trovati un grande numero di persone con trauma cranico encefalico. Di conseguenza anche in campo riabilitativo iniziavano a presentarsi queste persone con problemi diversi dai pazienti che si era abituati a vedere. Per poter seguire in maniera adeguata questi pazienti ho iniziato a studiare questo nuovo fenomeno ed analizzare cosa già c’era in Italia, in Europa e nel resto del mondo.

Così insieme il neurologo Giuseppe Zappalà, che era stato direttore di un centro riabilitativo per traumatizzati cranici in Indianapolis, ho iniziato un percorso formativo. Ho imparato quasi tutto sul campo, seguendo i pazienti e studiando le problematiche. Continua a leggere