Invito: Giornata Nazionale del Trauma Cranico 2016

giornata nazionale trauma cranico 2016Vi annunciamo con grande entusiasmo che noi di Brain stiamo organizzando la Giornata Nazionale del Trauma Cranico 2016 !

Sarà l’occasione fondamentale per fare il punto sulle tecniche di diagnosi e riabilitazione per le gravi lesioni cerebrali acquisite, in particolare dopo un trauma cranico encefalico.

logo-eurorisarcimento-1

                                    logo-giesse

                                          merz-logo-1-1

Continue reading →

Vuoi dire la tua? PARLIAMONE!

Cosa succederebbe se non riuscissi più compassion-857748_1280a comunicare? Ti sentiresti incompreso,
isolato, solo. Eviteresti di uscire e vedere gli amici, di partecipare alla vita sociale. Comunicare è un fatto quotidiano e naturale ma per le vittime di afasia si trasforma in una sfida continua. L’afasia è un disturbo della comunicazione verbale conseguente a una lesione cerebrale acquisita. Il pensiero e la capacità di ragionamento non vengono compromessi: l’afasia interessa una o più componenti del processo di comprensione e produzione dei messaggi verbali e può generare diverse problematiche: Continue reading →

Amore, passione, lavoro. La gustosa cucina di Gianni.

Vi è mai capitato di assaggiare le tartine della Rocca? E i tramezzini? Partecipando ai nostri eventi e assaggiando il nostro prelibato buffet avrete sicuramente conosciuto Gianni, amico del Brain da molti anni, sempre pronto ad aiutarci e allietare i nostri ospiti con gustosi manicaretti.gianni

Gianni ha una grande passione per la cucina, è una tradizione di famiglia:

“In casa c’era il culto della cucina. In famiglia siamo tutti abbastanza bravi. A me piace tanto e mi è capitato di cucinare anche per tante persone”.

Continue reading →

Cambiare si può. La storia di Enrico.

Enrico ricorda perfettamente il giorno in cui la sua vita è cambiata: era il 7 maggio 2005.

“A me non sono mai piaciute tanto le moto. Poi ho conosciuto la mia ragazza con la quale ho convissuto per 4-5 anni. Lei aveva la moto e così ho iniziato ad usarla anche io. È diventata una passione condivisa. – Poi un giorno Enrico è caduto – e sono andato addosso all’unico palo che c’era lungo la strada. È stata proprio sfortuna! Ma avevo il casco e quella invece è stata una fortuna: mi ha salvato la vita”.

Continue reading →